Parete TV

 

 

 

 

 

Situazione attualeQualche mese fa un amico mi ha chiesto consiglio per risistemare la parete della televisione nella sua nuova casa. Desiderava sfruttare al meglio lo spazio per riporvi tutte le attrezzature correlate alla TV oltre a libri e dossier.

Utile spunto per ragionare sul tema: funzionalità o benessere?

I primi ragionamenti

La mia prima risposta può sembrare ovvia: troviamo una giusta via di mezzo.

Non volevo assolutamente appesantire lo spazio: molte delle pareti TV presenti sul mercato sono eccessivamente piene; l’ambiente risulta sovraccarico e quando si è seduti sul divano si percepisce qualcosa che incombe su di noi e lo spazio di relax perde la sua funzione.

D’altronde dovevo soddisfare le sue esigenze. Ecco la mia proposta.

Il progetto

Rendering di progetto

Ho combinato una serie di moduli chiusi e aperti: i libri rimangono a vista mentre i lettori dvd e dispositivi di gioco, quando non utilizzati, rimangono nascosti; la base in legno, molto di moda negli ultimi tempi, permette di dare definizione alla parete ed in più vi verrà appoggiata la lampada da terra, inserendo anch’essa in un insieme.

Per rimarcare il concetto di leggerezza ho affiancato al legno delle strutture di base, alcuni elementi in metallo e ho utilizzato i colori già presenti nell’ambiente: grigio antracite e latticello.

Probabilmente verrà inserito un tocco di rosso: uno dei cubi sulla destra o la lampada da terra sulla sinistra, per richiamare la parete adiacente del salotto.

Piccola nota tecnica

Per appendere il televisore evitando di avere a vista inestetiche canaline, è necessario fare una traccia a parete. E allora perché invece non creare una controparente in materiale isolante? E’ vero, non risolveremo tutti i problemi di isolamento acustico tipici dei condomini ma quanto meno avremo dato un piccolo contributo.

Il risultato finale

Beh, non è ancora possibile vederlo: sto parlando di un work in progress!

 

SOUNDTRACK:

Dire Straits, Money for nothing

Puoi ascoltare il brano a questo link a You Tube

2 Commenti a “Parete TV”

  1. Adele ha detto:

    Essenziale nelle linee ed elegantemente bello. Buona l’idea di “coprire” gli antiestetici cavi con materiale fonoacustico, anzi, se posso aggiungere un suggerimento….sfruttando questa occasione della “controparete” per avere effetti nuovi, utilizzando finiture, materiali o colori diversi dalla parete di fondo e da quelle attorno…

    • Stefania Leto ha detto:

      La parete a cui è appoggiata la televisione è parte di un locale molto ampio e complesso, composto da spazi con funzioni diverse: un grande ingresso, un disimpegno, la cucina ed il soggiorno; essi, per la loro disposizione, si fondono uno nell’altro pur mantenendo la propria individualità funzionale; l’ambiente è stato considerato come un unicum attraverso uniformità di finiture e materiali, ma contemporaneamente ogni singolo spazio è caratterizzato da un elemento distintivo, per esempio la parete rossa del disimpegno.
      Nell’effettuare questo intervento ho tenuto conto della realtà esistente e del rischio che l’ambiente risulti troppo “faticoso” e l’occhio non sappia più dove posare la sua attenzione, perciò ho scelto l’uniformità con le superfici circostanti.
      In una situazione in cui nell’ambiente non vi fossero altri elementi di spicco, la sua idea di dare risalto a questa parete con un colore diverso avrebbe trovato una perfetta applicazione.

Rispondi

Commento